Servizi agli studiosi

Biblioteca del Museo Correr

La Biblioteca del Museo Correr nasce nel 1830, assieme al Museo, nell’ambito del lascito testamentario di Teodoro Correr. Grazie al primo donatore e ai numerosi altri – perlopiù eredi di illustri famiglie veneziane (fra i quali, nel 1865, Emmanuele Antonio Cicogna, e Pompeo Molmenti negli anni ’20 del Novecento) – la Biblioteca conserva un patrimonio di altissimo pregio documentario e artistico, che, coprendo un arco di oltre sette secoli, comprende codici e miniature, incunaboli, manoscritti, epistolari, importanti fondi storici, archivi, opere a stampa. Dati la ricchezza, la particolarità e il pregio di tale patrimonio, la Biblioteca svolge un importante ruolo di conservazione, ponendosi di fatto come museo del libro e della scrittura. Costantemente arricchita mediante la sistematica acquisizione delle pubblicazioni di settore, essa inoltre si caratterizza come istituto di ricerca e documentazione specialistica in storia dell’arte e storia veneta assolvendo ai più diversi compiti di ricerca o aggiornamento professionale di studiosi, conservatori di musei, docenti universitari e laureandi di tutto il mondo.

La Biblioteca del Museo Correr ha carattere specialistico e conserva importanti fondi storici, manoscritti e a stampa, relativi in particolare alla storia e all’arte di Venezia.

La Biblioteca è aperta al pubblico lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 13.30; il martedì e il giovedì dalle 8.30 alle 17.00.